Giorno: 3 Marzo 2019

Senza categoria

Imprenditore Ridotto In Fin Di Vita Da Un Pittbul E Un Rottweiler

Azzannato nel giardino di casa e ridotto in fin di vita dai suoi due cani, un rottweiler ed un pittbul. Adesso lotta in una stanza della rianimazione dell’ospedale di Conegliano Franco Belsito, un imprenditore 56enne di origine milanesi, diversi trascorsi con la giustizia, da anni residente a Vittorio Veneto (Treviso). L’attacco dei cani è avvenuto ieri sera, nella villetta dove l’uomo – che vive con la moglie – sta scontando una condanna ai domiciliari. I cani stavano facendo scempio del suo corpo, e solo l’allarme dei vicini di casa, che hanno udito le urla, e l’intervento dei carabinieri sono valsi a salvarlo. Per sottrarlo alla furia delle due bestie, che lo stavano letteralmente sbranando, con morsi a volto, braccia, gambe e altre parti del corpo, i militari hanno dovuto far fuoco contro i cani, uccidendoli. Il pittbul e il rottweiler, del resto, aveva cercato di avventarsi anche su di loro. Belsito, sottoposto a un intervento chirurgico d’urgenza nella notte, è ora in prognosi riservata. Per chiudere le molte ferite i sanitari gli hanno applicato quasi 300 punti di sutura. Pare che l’uomo tenesse in casa i due pericolosi cani da guardia – Babo, un pittbul di poco più di un anno, e Lapo, un rottweiler di circa 10 anni – per paura dei ladri. Ma già un anno fa era stato vittima di un episodio analogo, seppur meno grave di quello di ieri. La dinamica dell’incidente non è ancora chiara. Quando è avvenuto il fatto Belsito era in casa da solo, la moglie si trovava fuori. Nel giardino della villetta c’era un grosso faro per l’illuminazione, che da qualche giorno era rotto. Non è escluso che gli animali possano essersi spaventati non riconoscendo nell’ombra che si aggirava nel giardino quella del padrone. Buttato a terra dai due cani, l’uomo non …
Giorgietta on